Close to the Sun, un incubo tra art déco e corrente alternata

Close to the Sun è l’ultima opera dei talentuosi ragazzi di Storm in a Teacup, già autori di N.E.R.O. e Lantern. Il gioco ci catapulta in un fine ottocento ucronico che vede la corrente alternata di Nikola Tesla trionfare su quella continua di Edison. Lo scienziato serbo-croato, forte di una fama nella realtà mai avuta, decide di costruire la Helios, una nave gigantesca con a bordo i migliori scienziati del mondo con lo scopo filantropico di migliorare la vita dell’essere umano.

Nel gioco vestiremo i panni di Rose, una giornalista che ha ricevuto un messaggio di soccorso dalla sorella Ada, la quale lavora sulla nave come esperta di fisica quantistica. Appena sbarcati sulla Helios intuiremo che qualcosa è andato terribilmente storto e dovremo portare in salvo nostra sorella da quell’inferno.

Per tutta la durata della nostra avventura vivremo, attraverso la narrativa emergente del titolo, il conflitto di interessi tra Nikola Tesla e Thomas Alva Edison; conflitto combattuto con l’ausilio di spie e boicottaggi vari. Gli sviluppatori hanno deciso anche di approfondire nei minimi dettagli l’ambientazione esterna al conflitto tra i due scienziati citando eventi realmente accaduti, pur plasmandone alcuni aspetti. La soluzione che si cela dietro il rebus della Helios riesce a stimolare il giocatore ad andare avanti incuriosito dal fenomeno che lo circonda e il rapporto tra Ada e Rose riuscirà a strapparvi anche più di qualche sorriso.

Sicuramente l’aspetto più riuscito della produzione è il mondo di gioco che il team di sviluppo italiano è riuscito a costruire, anche grazie all’ausilio di un motore come l’Unreal Engine 4 che ha permesso loro di creare degli scorci particolarmente suggestivi. L’art déco che contraddistingue l’intera struttura della Helios e il sangue dei poveri scienziati a bordo che tinteggia le sue pareti immergono fin da subito il giocatore in un’atmosfera raffinata che è sempre più difficile trovare in produzioni di questo tipo. Vagando alla ricerca di una flebile speranza in grado di farci fuggire da quella maledetta nave, incorreremo in alcuni dei prototipi ideati da Nikola Tesla e con essi potremo anche parzialmente interagire. Questo aspetto rappresenta una chicca particolarmente interessante dell’esperienza.

Il gioco prende chiara ispirazione da titoli come l’acclamato Bioshock per costruire un immaginario che risulta familiare al giocatore ma mai troppo derivativo. Come già accennato in precedenza Close to the Sun presenta una narrativa emergente che ci racconta vita, morte e miracoli della Helios permettendoci di vivere le storie di alcuni dei suoi “passeggeri”. Il titolo ci mostra, attraverso della rappresentazioni metafisiche di individui ormai deceduti, quella che era la vita a bordo della nave prima del disastro che l’ha coinvolta.

Da un punto di vista ludico il gioco si presenta come un’avventura narrativa a tinte horror, nella quale non avremo mai modo di difenderci dalle insidie che pervadono la nave e saremo dunque costretti a fuggirne. Nonostante il budget contenuto, la produzione non esita ad alternate a fasi più compassate delle sezioni decisamente movimentate che alzano la tensione dell’opera mantenendo il giocatore sull’attenti. Anche gli enigmi posizionati in giro per le varie stanze risultano gradevoli seppur non superino mai una soglia di difficoltà piuttosto bassa.

In conclusione Close to the Sun rappresenta la maturazione definitiva di Storm in a Teacup e una delle produzioni che meglio riesce ad emergere dal panorama indipendente italiano, mostrandoci lo spiraglio di un futuro decisamente più promettente per l’industria di settore e per le produzioni nel nostro paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...